SARMS

I SARMs sono le molecole che interagiscono con i recettori presenti sui muscoli, le ossa ed ormoni androgeni, amplificandone effetti ed efficacia. Ne consegue che con l’assunzione dei SARMs non vengono aggiunti ormoni esogeni dagli indesiderati effetti collaterali ma viene semplicemente potenziata l’attività degli ormoni endogeni già presenti nel nostro corpo.

Essi sono dunque inseriti nella categoria di composti non steroidei e non vanno assolutamente confusi con il testosterone e sostanze affini, in quanto qualunque associazione sarebbe inesatta e fuorviante.

I SARMs, come forse saprai, sono oggetto di ricerca a fini terapeutici ma annoverano anche numerosi proseliti nel mondo sportivo e nel contempo diversi detrattori che ne confutano le qualità che vengono loro attribuite, per cui è molto importante fare chiarezza su questi prodotti che suscitano un diffuso interesse, illustrandone i pro e i contro.

La nascita in ambito medico dei SARMs conferisce loro la caratteristica di essere prodotti che sono stati progettati come alternativa agli anabolizzanti tradizionali e chiaramente rappresentano il progresso della scienza medica verso sostanze con azione altamente specifica e mirata nel curare malattie come la cachessia, l’osteoporosi, l’atrofia testicolare e stati catabolici gravi.

In pratica, i SARMs costituiscono i risultati visibili di una ricerca che è riuscita ad ottenere la scissione tra gli effetti anabolici e quelli androgeni degli steroidi anabolizzanti, compiendo un grande passo verso lo sviluppo di nuove sostanze che stanno apportando grandi vantaggi ed un grande miglioramento sia in campo medico che sportivo.

Uno dei principali vantaggi dei SARMs da non trascurare è quello di poter essere utilizzati anche dalla sfera femminile, in quanto si tratta di sostanze selettive prive di ogni effetto virilizzante come invece succede nelle terapie endogene legate agli anabolizzanti, elemento che apre le porte a molteplici applicazioni come nel post-menopausa, la cura dell’osteoporosi e come sostituti per le terapie ormonali.

In generale, ogni sostanza appartenente ai SARMs ha effetti e funzioni specifiche e ne consegue che essi devono essere selezionati in base allo scopo primario che l’utilizzatore si prefigge. Generalmente, i vari prodotti apportano grandi miglioramenti alla composizione ossea e muscolare con buoni guadagni in termini di forza, massa magra, resistenza ed un leggero effetto estrogenico e benefico per le articolazioni.

Tra i SARMs di più recente produzione se ne trovano alcuni che, pur essendo ancora in fase di sperimentazione, si sono rivelati ottimi per l’aumento della massa muscolare con impatto molto efficace anche sul recupero, la resistenza e su una capacità neuro protettiva mirata ad aumentare il benessere psicofisico.

Tra gli ulteriori effetti benefici dei SARMs, è stata rilevata una particolare vocazione alla ricomposizione corporea per alcuni di essi, poiché legandosi ai recettori androgeni e ai tessuti adiposi alcuni SARMs hanno dimostrato innescare un processo di ossidazione ugualmente valido sia nella sfera maschile che femminile.

Tali benefici sono attribuibili a tutti i SARMs più comunemente utilizzati, ma è opportuno far presente che per la loro assunzione potrebbe essere necessaria una PCT (Post Cycle Therapy) per tenere sotto controllo gli equilibri ormonali per farne un utilizzo corretto per l’organismo.

Il testo sopra è destinato a scopi di intrattenimento. Sarms non sono approvati e non sono adatti al consumo umano. Sarms sono solo a scopo di laboratorio e di ricerca.